Messaggio del 14 marzo 2020

      EILA-_0605-1

A tutto il personale di tutti gli ospedali italiani, sentite da qui, in casa, il mio abbraccio più caloroso.

Riccardo Rubbiani

Sì, d’accordo.
Stiamo in casa, ci organizziamo per brevissime uscite.
Poi stiamo di nuovo in casa.
Qualcuno di noi sarà infelice, per questo.
Io penso spesso ai medici e agli ospedali. Un delirio di ammalati, di persone che non sanno cos’hanno.
In difficoltà e in sofferenza.
Ma il mio pensiero più grande resta per tutto il personale di tutti gli ospedali.
E’ da loro che viene il coraggio.
E’ da loro che dobbiamo imparare qualcosa in più.
E’ dal loro gioco a carte scoperte che bisogna carpire nuove mosse per avere coraggio.

Riccardo Rubbiani