Al primo soffio di vento,  brevi recensioni - cinema,  Diario di viaggi,  Trieste Film Festival 2021

Illusione, Lorenzo Quagliozzi (Concorso Corti TSFF32)

TSFF 32
Trieste Film Festival 2021
Sezione: Concorso Cortometraggi

Articolo “I corti del tsff32”

Diario di viaggi
Trieste

minischeda

 

ILLUSIONE
Lorenzo Quagliozzi
Italia
2020, HD, b-n / b-w, 15’
senza dialoghi

Illusione è costruito su fotografie d’epoca della concertista Ismene Jaquinto e del periodo che si innamorò di Hyman Fink, attore di Hollywood.

La regia di Lorenzo Quagliozzi è silenziosa, quasi fragile, come le fotografie che inquadra.
Con l’aiuto di alcune canzoni d’epoca, in Illusione Quagliozzi sovrappone al silenzio delle immagini un sapiente uso di effetti sonori cone tacchi che sbattono sul pavimento, tazzine di caffè che risuonano al tocco dei cucchiai, fino alle immagini della guerra in Corea accompagnate da un ovattato rumore di bombe esplose.
Il risultato delle immagini riprese è un’illusione che i personaggi in fotografia riescano a muoversi.
Che la storia narrata da archivi fotografici prenda vita reale e fisica, allontanando le difficoltà dell’immobilità.
Illusione racconta – e raccontata – i passaggi di una vita vissuta con passione d’amore da Ismene e Hyman, una passione congelata in scatti fotografici e di nuovo rimessa in movimento dal “mezzo” cinema.

Illusione è un piccolo, bellissimo film.
Colma un possibile vuoto lasciato dall’inerzia della fotografia con una proposta di movimento in un bianco e nero saturato, stupisce lo spettatore che assiste a una semplice storia d’amore immortalata dall’immagine di Ismene in piedi tra due pianoforti.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *